Quand c’wň c’wň

(Quando ci vuole ci vuole – "Esipodi di vita" di Franco Petrilli)

 

‘I Sind’qw d’ Gigllian’ m’ sf’ttewa sempr' ca' j’ si degl’ commun’ d’ janna

Il Sindaco di Giuliano mi prendeva sempre in giro perché ero del Comune di Janna (Santo Stefano)

Chi s’arrizza prima cummanna!

Chi si alza prima comanda!

Na d’man’ ch’j’ stewa ’ n’cazzat p’ cawl’ mj’, c’r’spnněi:

Una mattina che stavo incavolato per affari miei gli risposi

-Ma č posib’l’ ca a Gigllian s’arizzan’ tutt’ alla stessa ora?!

Ma e’ possibile che Giuliano si alzano tutti alla stessa ora’

Da chella d’man’ m’ dic’ solament’:

Da quella mattina mi dice solo:

Ciaw Fra’!!

Ciao Fra!

 

<<< sommario "Frammenti 2"

www.villasantostefano.com

PrimaPagina  |  ArchivioFoto | DizionarioDialettale | VillaNews