- DIZIONARIO DIALETTALE "Villa Santo Stefano 2000" -

Lettera: P

 

Paglir: antica abitazione costruita con muro a secco di pietre coperto con paglia

Psta aglicchi: corpo estraneo nellocchio (trad.es. "Mi andato un corpo estraneo

                             negli occhi!") [esempio]

Picchr: trottola di legno che viene lanciata e fatta girare con uno spago [dizione]

Pampuglie: foglie, frasche

Pampaglit': fronzoso

Pscolla: pozzanghera [dizione]

Pcundra: fiacca, debolezza [dizione]

Pacinzia: pazienza (trad.es. " Mi hai fatto perdere la pazienza pero'! ") [esempio]

Pall'ccu': bugia o anche dicesi di un qualcosa di forma rotondeggiante [dizione]

Pzzcu: arnese per piantare lorto [dizione]

Panonta: unta

Pllancca: pelle molliccia o anche piega della stoffa [dizione]

Pnntra: erba parietaria [dizione]

Pscia: pascolare

Prclla: maiale femmina o anche donna sporca [dizione]

Pgldr: puledro

Pura: bolla della pelle

Pupa: dolce pasquale per femmine

Pnnc: sonnecchiare [esempio] (trad.es. "Vai a dormire! Non ti rendi conto che stai

               sonnecchiando?")

Pacca: parte, particella, pezzo

Pinc: organo genitale maschile

Pc: poco [dizione]

Ptch: grosse pietre interrate per fondazioni [dizione]

Prcui: dispregiativo riferito a persona maschile o anche dono, eredit [dizione]

Psta: attesa in un luogo, aspettando nascosti qualche persona o

            animale (v. Mpstt)

Pllastron: schiaffone o anche fesso, tonto (da "pollo") [esempio] (trad.es. "Sei

                  proprio un fesso")

Pappatria: il mangiare

Piccu: piccone [dizione]

Ponta: punta

Prcon:  parte centrale di un albero, moncone di pianta o anche perticone

               [esempio] (trad.es. "Accidenti che perticone!!")

Pti: pianta con le cui bacche si faceva il sapone

Pria: botta, urto, pugno (cazzotto) (trad.es. "Se non la smetti ti do' un cazzotto

          in bocca!") [esempio]

Prna: gravida

Ptrtra: semi di coriandolo [dizione]

Prucchi pgln: pidocchi delle piante [dizione]

Pnn'nt: pendenti, orecchini (trad.es. "Si messa degli orecchini! ") [esempio]

Piantlr: fazzoletto di terra piantato (es. insalata, pomodori, ecc...)

Pist: passi o anche orme, impronte (trad.es. "Ci sono le orme per terra!") [esempio]

Paglicci: materasso di paglia

Pglcc: setaccio piccolo [dizione]

Prncc: piccilo [dizione]

Pagliosa: situazione scabrosa, disagevole, ostica [esempio] (trad.es. "Se l vista

                  brutta!")

Pncc: pungere (trad.es. "Attento, mi stai pungendo!") [esempio]

Pnc'ca: punge (3 persona Pres. Ind. del verbo "p'nc'c")

Pnc'ca: diminuitivo, vezzeggiativo utilizzato per indicare una donnina piccolina, minuta

P'nc'chtta: donnina ancora pi minuta. (diminuitivo, vezzeggiativo per indicare una

                     donnina minuta minuta, piccolissima) (trad.es. "Guarda che piccola! E'

                     proprio minuta minuta!") [esempio]

P'nc'car'gli': pungitopo o anche inteso come tutto ci che punge [dizione]

Prol: polvere [dizione]

Panra: paletta per infornare il pane

Prta: pietra, sasso

Passon: asta, paletto, bastone

Pzzrgu: pianta di olmo / pero selvatico [dizione]

Pnnl: stalla [dizione]

Pttia: pasta sfoglia [dizione]

Pnnzze: ciglia

Prizza: gomitolo

Patnia: fiacca, debolezza

P'lm'ngi'gli': bozza cutanea derivata da battitura [dizione]

Patnta: dicesi di donna alta, dall'aspetto fisico pesante e con aria poco sveglia

P'l: spennare di beni, privarsi di beni per darli agli altri o anche rompere le scatole,

        scocciare (trad.es. "Quella andata l e si fatta privare delle sue cose, di molte,

        povera fessacchiotta! (rif. ad oggetti, soldi, averi o anche informazioni, segreti,

        notizie)" [esempio]

P'ccs': pignolo (deriv. dialetto Giulianese) (trad.es. "Che sei pignolo, Biagio mio!")

              nota: con il nome Biagio in questo contesto ci si riferisce alla persona

              che si ha davanti, qualunque nome egli abbia, come una sorta di

              "amico mio!" [esempio]

Paci'ra: persona intenta a far rappacificare, che fa da "pacere" [dizione]

P'tna: chiazzetta cutanea [dizione]

Parzza: piccolo uccello

P'l'pt': (aggett.) polposo, robusto, pieno, bello ripieno (deriv. forse da polpo) [dizione]

P'stgli': pestello del mortaio (vedi anche " M'rtl' ") [dizione]

Pppp': pisellino (organo genitale maschile) [dizione]

Pnguia: pinoli